Condizioni per il servizio di tutela

Alma Energy Trading Srl rende note le condizioni economiche di fornitura del gas naturale per il servizio di tutela prescritte dal Testo Integrato della Vendita Gas di cui alla Del. ARG/gas 64/09 e successive modifiche ed integrazioni.

Per consultare le Condizioni Economiche di riferimento cliccare sul link di seguito indicato: condizioni economiche per il servizio di tutela

COMPOSIZIONE DELLA TARIFFA DI FORNITURA DEL GAS 

L’Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas (AEEG) dispone che il prezzo del gas applicato ai clienti finali in regime di tutela venga suddiviso in una tariffa di distribuzione e misura (Delibera Arg/gas 159/08 e successive modifiche) e una tariffa di vendita (Delibera ARG/gas 64/09 e successive modifiche). Di seguito sono riportate le singole componenti che determinano la tariffa di fornitura del gas naturale.

TARIFFA DI DISTRIBUZIONE
Le componenti a copertura del servizio di distribuzione e misura del gas naturale costituiscono il costo che la società di vendita deve corrispondere alla società di distribuzione per l'utilizzo della rete di distribuzione. L’AEEG definisce le tariffe obbligatorie di distribuzione e misura che ogni società di distribuzione deve applicare sulla propria rete. 
La tariffa di distribuzione e misura è costituita da:

  • una quota fissa (diversa per ciascun ambito tariffario)
  • una quota variabile (proporzionale alla quantità di gas consumata, e suddivisa in 8 scaglioni di consumo)

Ambito tariffario
E' l’area geografica dove trova applicazione una determinata tariffa di distribuzione e misura. Sul territorio nazionale sono identificati sei diversi ambiti tariffari.

Il parametro PCS convenzionale e il coefficiente C 
Col parametro PCS convenzionale si indica il potere calorifico superiore convenzionale. Per convertire in euro/standardmetrocubo (€/Smc) le componenti espresse in euro/gigajoule (€/GJ) occorre moltiplicare il valore espresso in euro/gigajoule per il parametro PCS.
Il coefficiente C è utilizzato per la correzione alle condizioni standard (Smc) dei volumi misurati (mc) in caso di PDR dotati di gruppi di misura non provvisti di apparecchiature per la correzione dei volumi. Per quanto riguarda i fattori di temperatura e pressione, l’art. 38.2 della RTDG prende in considerazione la Pr (pressione assoluta di riferimento) pari a 1,01325 bar e la Tr (Temperatura assoluta di riferimento) pari a 288,15 Kelvin.

TARIFFA DI VENDITA
Fino al 30/09/2013 la tariffa di vendita è costituita dalle seguenti componenti:

  • QTI (Componente a copertura dei costi di trasporto del gas naturale sulla rete di trasporto);
  • QS (Componente a copertura dei costi di stoccaggio del gas naturale);
  • CCI (Corrispettivo variabile relativo alla commercializzazione/acquisto all'ingrosso del gas naturale);
  • QVD (Corrispettivo variabile relativo alla vendita al dettaglio);
  • Componenti relative al servizio di distribuzione, misura e relativa commercializzazione;
  • QOA (Componente relativa agli oneri aggiuntivi).

Dal 1 Ottobre 2013 la nuova tariffa del mercato tutelato è regolata dalla Delibera AEEG 196/2013/R/gas
Le nuove componenti della tariffa (la riforma del prezzo del gas):

  • Cmem (Componente relativa ai costi di approvvigionamento del gas naturale nei mercati all’ingrosso);
  • CCR (Componente relativa ai costi delle attività connesse all’ approvvigionamento all’ingrosso);
  • QVD (Componente relativa alla commercializzazione della vendita al dettaglio);
  • QT (Componente relativa al servizio di trasporto);
  • GRAD (Componente per la gradualità nell’applicazione della riforma delle condizioni economiche del servizio di tutela);
  • Componenti relative al servizio di distribuzione, misura e relativa commercializzazione;
  • QOA (Componente relativa agli oneri aggiuntivi). 

COMPONENTI DI NATURA FISCALE
Ulteriori costi riportati in bolletta:

  • Iva
  • Imposte

La somministrazione di gas naturale per usi civili, per effetto di quanto disposto dall’articolo 2 del D.Lgs. 2.2.2007 n. 26, dal 1° gennaio 2008, è soggetta all’aliquota IVA del 10% sui primi 480 metri cubi consumati in ogni anno solare e all’aliquota IVA del 22% sui consumi eccedenti tale ammontare (dal 01/10/2013 aliquota IVA passata dal 21% al 22%).

Le imposte sono di due tipi:

  • l'accisa statale sul gas naturale;
  • l'addizionale regionale sul gas naturale.

Le aliquote presentano importi differenti a seconda dell'ubicazione geografica dell'utenza e delle tipologie di utilizzo. 
Esse sono differenziate in relazione a quattro scaglioni di consumo, ai quali vengono imputati i consumi di ciascun anno solare.

Per maggiori informazioni rimandiamo al sito dell'AEEG.

Attachments:
URLFile size
Access this URL (/files/codice_etico.pdf)Codice Etico0 kB
Access this URL (/files/Glossario.pdf)Glossario del Gas0 kB